Il tumblr della Morgania

Una pr incompresa

Miguel Angel Martín define las novelas (auto) biográficas

68revoluciones:

image“…

Muchas novelas gráficas son “autobiográficas”. Algunos de mis autores preferidos son autobiográficos también como por ejemplo, Wlilliam Burroughs, Bukowski, Hunter Thompson, Henry Miller o Céline. Todos han tenido vidas intensas e interesantes. El único autor de comics autobiográficos que…

Io e le mie contraddizioni camminiamo mano nella mano, con la tranquillità con cui si muove una coppia affiatata. Loro mi sorridono, immerse come sono in un liquido gelatinoso che odora di latte e menta. Io le guardo, stupita della mia stessa serenità: la convivenza è ormai un affare assodato nel tempo, i nostri litigi sono ricordi, la certezza che io e loro abbiamo ancora tanto da vivere insieme non mi spaventa più.
Resta solo, a farci compagnia, il giochino del “what if”: cosa sarebbe successo se io e te, se io e lui, se io e questa città?
Le domande rotolano sul tappeto di questa stanza, la polvere si attacca ai dubbi e tutto diventa improvvisamente vecchio.
Ho troppo sonno per pensarci, forse è meglio che mi arrenda alla sconclusionata meraviglia dei fatti. E legga il mio futuro sul fondo di questa tazzina di caffè.

Peggio che stare sotto un treno c’è solo attendere che il treno ti travolga.

Peggio che stare sotto un treno c’è solo attendere che il treno ti travolga.

Col tempo si dimentica perfino la paura di calpestare le righe tra le piastrelle.

—David Grossman (via bovarismocronico)

Solide certezze

Il giorno in cui avrò imparato a gestire le emozioni avrò risolto la metà dei miei problemi.

Non possiamo baciarci per sempre, non possiamo pensare
di stare per sempre con gl’occhi negl’occhi mentre che
tutt’intorno esplode la bomba e crollano case e uomini e donne
e bambini e cavalli vengono risucchiati nel buio.
Ma non possiamo baciarci per sempre e fottere tutta la notte e chiudere gl’occhi al mattino abbracciati nel letto per ore
ascoltando le urla e gli spari e la gente che corre che cade e bestemmia e poi muore.
E non possiamo baciarci per sempre nascosti qui
sotto coperte pesanti in questo mattino di fine del mondo lo senti il silenzio adesso che anche gli uccelli se ne son volati lontano e le auto si sono fermate e la gente è rimasta con gli occhi nel cielo che ha perso colore
è bianco.
E’ la fine del mondo? mi chiedi.
E’ probabile dico e ti guardo negl’occhi e ci vedo me stesso e capisco di non avere una cazzo di voglia di alzarmi da letto e si fottano tutti è plausibile che noi
si sia stati creati
per baciarci per sempre.